16 Cose da Fare in Autunno

autunno
autunno

Ci siamo. Ottobre ha fatto il suo ingresso mascherato da estate. Sono giorni in cui i 30 gradi fanno capolino di tanto in tanto. Ma inutile negarlo: siamo nella stagione del giallo, dell’arancio e dei colori mozzafiato che ti scaldano il cuore.

Anche quest’anno si sta stancando. Tra un paio di mesi spegnerà le luci per riaccenderle in una nuova annata. L’autunno è quell’attimo prima di chiudere gli occhi alla sera. Quel momento in cui tiriamo le somme di quello che il giorno ci ha offerto. Sono gli istanti migliori, in cui ci si rende conto di potersi sciogliere dalle ore passate, precipitando in un sonno liberatorio. Sono questi gli attimi in cui dolori e gioie si incontrano sullo stesso piano, perché né gli uni né gli altri possono disturbare quella piacevole sensazione di abbandono.

L’autunno è l’augurio e la speranza di un giorno migliore. In un anno in fiore.

Non è concesso a nessuno di non amare l’autunno. Forse qualcuno non lo ha ancora capito, ne sono certa, ma in autunno tutto è permesso. Quest’anno sono propositiva. Consiglio a tutti di leggere queste dritte, per non lasciarsi sfuggire giorni d’oro e di miele senza prima averli assaporati appieno.

Ecco cosa fare in Autunno…

foto autunno

1. Non prendete troppo seriamente la faccenda dell’ora legale. Godetevi quell’ora in più di sonno al mattino ma evitate di spostare le lancette dell’orologio. Forse ce la faremo ad arrivare puntuali al lavoro stavolta.

2. Entrate nel borgo di un paese. Perdetevi tra i vicoli e girate gli angoli seguendo l’istinto. Giù da me è perfetto. Fermatevi, chiudete gli occhi e fate un bel respiro. Preparatevi ad essere travolti dal profumo delle caldarroste appena fatte e dalla memoria del cuore.

3. Prendete dallo scaffale in alto Un buon vecchio Natale di Washington Irving e Un sogno di Natale e come si avverò di Louisa May Alcott. Occhio, leggete bene. PRENDETE. Non SFOGLIATE LE PRIME PAGINE. Quelle sono riservate alla notte del 22 e del 23 dicembre. Da leggere tutte d’un fiato.

4. Svegliatevi con la voce del “ferro vecchio”. Se anche questa, come il richiamo dell’arrotino, dovesse essere cambiata, giratevi dall’altra parte e continuate a dormire. Ma io sono fiduciosa e continuo a sentire la stessa voce dell’infanzia. Giù da me l’arrivo del ferro vecchio indica puntualmente la fine dell’estate. Chissà, forse in autunno si avverte una voglia matta di liberarsi di ricordi arrugginiti.

5. Indossate la vostra camicia a quadri preferita, i jeans, gli americanissimi (forse troppo) sendra boots e preparatevi all’ultima cavalcata sotto il sole di ottobre. Sarà indimenticabile.

6. Raccogliete una zucca nell’orto, apritela e acciuffate quanti più semini potete. A cucinare la zucca ci pensa come sempre la nonna. Per l’abbuffata di semini, invece, ci siete voi.

7. Mettete qualcosa sotto i denti (per essere prudenti) e intrufolatevi nella cantina di nonno per assaggiare il primo bicchiere di mosto dell’anno. Attenzione: può creare dipendenza e felicità.

foto vendemmia

8. Non fatevi prendere dall’entusiasmo prenatale. Evitate di fare il passo più lungo della gamba: lasciate al proprio posto il dvd de La vita è meravigliosa (Frank Capra). La tentazione è forte, lo so bene. Ma dovete resistere, che altrimenti a Natale il palinsesto vi punirà con Una poltrona per due!

9. Avvistate, se ce la fate, prima dei sognatori incalliti, gli elfi delle nocciole. Chiedetegliene un paio e apritele con il primo sasso che trovate nel prato. Che sia un sasso piatto mi raccomando. Sdraiatevi tra fili di fieno e lasciatevi coccolare dal canto delle fate d’autunno.

10. Riguardate il film L’attimo fuggente. Premete il tasto forward e godetevi la sfrenata discesa, giù dalla collina, di Knort Overstreet, con la sua bicicletta vintage e il vento fra i capelli. Tanta invidia, tanta…

11. Comprate almeno un paio di scarpe. E sottolineo almeno un paio. Così da essere pronti a mettere piede nel nuovo anno in maniera presentabile. E, poi, diciamocelo: sono indispensabili per affrontare l’autunno con coraggio, dignità e uno stile che scansatevi tutti.

12. Prendete in prestito (pare si dica così e non “ciulare”) la sciarpa nuova della mamma. Ricordate: ne avete diritto, dovere e facoltà.

13. Fate un ventaglio colorato con le foglie cadute dai pioppi. La scelta è attenta e delicata, quindi evitate i disturbatori. Ritagliatevi qualche ora solo per voi. Camminate. Trovate il posto giusto e prendetevi tutto il tempo che vi occorre. Meglio ancora se avete uno dei libri della Rowling in borsa…

autunno

14. Mandate un reclamo a quelli di Fox Tv. Sono tremendamente in ritardo con la messa in onda di Una mamma per amica e scherzare così con i sentimenti altrui non è affatto corretto.

15. Munitevi di coperta, libro, sciarpa e tazza di tè. Trovatevi un posticino tranquillo sotto l’albero giallo di casa. E con il sottofondo della sega dei contadini che preparano la legna per l’inverno, rileggete per la 101esima volta Orgoglio e Pregiudizio. Non so perché ma l’autunno si sposa alla perfezione con l’ironia di Elizabeth Bennet e la malinconia di Mr.Darcy.

16. Andate a dormire e sognate un viaggio sotto la pioggia dorata e bordeaux del foliage canadese. Partite da Johnston Canyon, passate sotto il Tunnel Mountain di Banff, fino ad entrare nella favola di Lake Louise.

I wish you an unforgettable night…

… I wish you a wonderful Autumn.

Tags from the story
, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *