Più libri più liberi: è tempo di leggere

foto Più libri più liberi 2014
Più libri più liberi 2014

Più libri più liberi 2014: è tempo di leggere!

Dal 4 all’ 8 dicembre, mettere piede nel Palazzo dei Congressi di Roma è d’obbligo. E meglio ancora se con un buon libro nella borsa. Si dà il via alla tredicesima edizione di Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria.

Una telefonata, quella di mio padre alle 9:00 di lunedì mattina (quando tutto vuoi tranne che avere brutte notizie) a dirmi che la “fiera del libro” (così la chiamiamo noi) quest’anno non si terrà. Dopo un profondo momento di sconforto, mi sono ricordata che mio padre e il web non sempre corrono sullo stesso binario. Recupero un minimo di lucidità e digito la semplicissima frase: fiera del libro roma 2014.

Primo risultato di Google: Più libri più liberi 2014. Lo slogan che dà sempre ha tracciato i canonici 4 giorni dedicati alla piccola e media editoria. Allarmismi inutili, umore alle stelle. Toglietemi tutto ma non Più libri più liberi. La Fiera Nazionale dedicata alla Piccola e Media Editoria per la sua tredicesima edizione ha dedicato a noi, divoratori di libri, una sorpresa per conoscerla meglio. Non più quattro ma addirittura cinque giorni di Fiera, 12 ore in più in cui scovare quel libro che ci era sfuggito il giorno prima.

Come ogni anno sarà il Palazzo dei Congressi di Roma ad ospitare Più libri più liberi, uno spazio immenso che può sembrare a volte soffocante, ma solo se non ci si affaccia di sabato o di domenica, quando la Fiera raggiunge un pienone d’orgoglio.

foto Più libri più liberi 2014
Più libri più liberi 2014

Si può respirare profumo di internazionalità a Più libri più liberi 2014, che quest’anno rafforza la partecipazione di ospiti internazionali. Talenti provenienti da paesi già conosciuti per la vasta produzione letteraria (Spagna, Francia, Stati Uniti), che da territori ancora in buona parte inesplorati (Croazia, Uruguay). Da non tralasciare neanche i grandi narratori, come lo svedese Björn Larsson, Céline Minard, vincitrice del Prix du Livre Inter, l’americano Percival Everett, fondatori di organizzazioni come Médecins sans frontières (Jean-Christophe Rufin) e testimoni di un presente tormentato (l’ucraino Andrei Kurkov): mai come quest’anno l’elenco degli artisti supera barriere geografiche e dà il via ad interessanti trasversalità culturali. Un elenco che viene rafforzato dalla conferma della partnership con il prestigioso premio transalpino Prix Goncourt.

La forte e rumorosa presenza di autori stranieri non riduce tuttavia quella dei protagonisti della narrativa e della saggistica nazionale, con ampio spazio anche ai fumetti (con Zerocalcare, Gipi, MakkoxDavide Toffolo, Paolo Bacilieri), all’illustrazione (con Roberto Innocenti) e ai libri e sport cui sono dedicati numerosi incontri e una speciale programmazione quotidiana in Fiera.

A Roma sono attesi romanzieri e poeti, giornalisti e fumettisti, attori e musicisti, ma anche politici, magistrati, sindacalisti, imprenditori, a testimonianza non solo della vivacità culturale del momento storico in Italia ma anche di un approccio che si propone in perfetto equilibrio tra fiction e saggistica, narrazioni di fantasia e racconto della realtà.

A Più libri più liberi gli appuntamenti sono diverse centinaia e si declinano nella ormai tradizionale varietà di formati: presentazioni, incontri, dialoghi, tavole rotonde, reading, approfondimenti. Come sempre Più libri più liberi rivolge particolare attenzione anche al mondo professionale, confermando la sua natura di laboratorio per i piccoli e medi editori, a partire dalla fotografia del mercato editoriale con i dati di Nielsen e dell’Ufficio studi AIE sugli economics della piccola editoria.

E-commerce, internazionalizzazione, visibilità su internet, settori emergenti e nuovi mercati per i piccoli editori: ben 13 appuntamenti, con esperti autorevoli come Martin Angioni, Andrea Boscaro, Luisa Finocchi, Davide Giansoldati, Mauro Zerbini, rivolti al pubblico dei piccoli editori, ai professionisti del libro e agli operatori del settore.
E ancora approfondimenti sulla politica del libro, con esponenti come Mario Giro, Giancarlo Giordano, Antonio Palmieri e Flavia Piccoli Nardelli.

Per maggiori informazioni sull’intero evento, ecco il programma completo di Più libri più liberi 2014.

Più libri più liberi: il programma completo

Più libri più liberi: programma professionale

Più libri più liberi: programma ragazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *