Più libri Più liberi: #PerAmoreDeiLibri

foto Più libri Più liberi
Più libri Più liberi

A dicembre giorni di giubilo assoluto per un unico evento: Più libri Più liberi 2015: Per amore dei libri. Una cinque giorni di eventi, incontri, autori e LIBRI! Libri ovunque al Palazzo dei Congressi di Roma dove, dal 4 all’8 dicembre si è tenuta la 14esima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata da AIE – Associazione Italiana Editori.

foto Più libri Più liberi 2015

Un appuntamento annuale che non perderei per nulla al mondo. Foss’anche dovessi fare il fugone da casa e spendere quei due spiccioli cha avevo faticosamente messo da parte per i regali di Natale.

In breve, i numeri di Più libri Più liberi 2015 sono stati:

foto Più libri Più liberi 2015

53.000 presenze tra cui autori, ospiti italiani e internazionali dal mondo della cultura, dello sport, dello spettacolo e della società civile, con incursioni tra fumetto, musica e arti visive.

Con 379 espositori, 330 incontri e circa 1000 relatori, Più libri più liberi ha registrato il “tutto esaurito” nelle sale e pubblico in fila nei corridoi per Lirio Abbate e Ascanio Celestini su Mafia Capitale, Andrea Camilleri, che presentava il suo ultimo libro Le vichinghe volanti e altre storie d’amore a Vigàta, i racconti di Erri De Luca, Annie Ernaux, con il suo libro Gli Anni, l’incontro con Massimo Fagioli, Emiliano Fittipaldi che con Massimo Giannini ha parlato di Vatileaks, Il Paese di Gazebo, con Diego Bianchi “Zoro”, Marco DamilanoMakkox, Enrico Mentana, Missouri 4, Andrea Salerno e Antonio Sofi, e l’appuntamento con il fumettista Zerocalcare.

foto zerocalcare

Novità molto apprezzata da ragazzi, la presenza degli YouTubers Alessandro “Shooter Hates You” Masala (Breaking Italy. Informazione e Intrattenimento su YouTube) e The Pills (Le rockstar del web alla conquista del cinema), che hanno fatto il tutto esaurito in sala.

Seguitissimi anche gli incontri con Wolfgang Bauer che ha raccontato il suo reportage Al di là del mare, il Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini che ha riflettuto sulla forza della politica, l’intervento del giornalista francese Bernard Guetta sugli attentati di Parigi, sull’attualità anche Ivan Grozny Compasso e il suo Kobane dentro. Diario di guerra sulla difesa del RojavaPaolo Nori e il suo Manuale pratico di giornalismo disinformato, Boris Pahor con Quello che ho da dirvi. Dialogo tra generazioni lontane un secolo, Alain Mabanckou e il suo aspirante serial killer di African Psycho, la Carne viva di Merritt Tierce e Ornella Vanoni con le sue Piccole storie di Ornella V.

Da non dimenticare neanche 15 editori stranieri, 30 editori italiani e oltre 200 incontri in due giorni che hanno portato i libri italiani all’estero, sconfiggendo il grande nemico della piccola editoria – la visibilità.

Ecco, questo è quanto. 5 giornate piene zeppe di libri, fermento culturale e quella raffinata e adorabile nicchia della piccola e media editoria che ti regala chicche che neanche a dire.

Questo è parte del mio bottino di guerra. Enjoy it!

foto Più libri Più liberi 2015

Per maggiori info, consultate il sito ufficiale di Più libri Più liberi 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *