Mission Impossible 5: Rogue Nation

foto mission impossible
mission impossible: rogue nation

Cominciamo da qui…

Funambolie a mezzo filo, quintupli salti trimortali, capriole volteggianti in aria da non capire come lo stomaco abbia fatto a scalzare le tonsille. No, non è tornato il circo in città se è questo che vi state chiedendo. Semplicemente è in uscita, in Italia il 21 agosto, il quinto film della saga dedicata all’agente segreto Ethan Hunt, Mission Impossible: Rogue Nation.

foto mission impossible

Diretto dal regista Christopher McQuarrie, il nuovo episodio di Mission Impossible non può che proporci lo strafigo agente segreto Ethan Hunt (Tom Cruise) alle prese con una minaccia più grande di quanto non si possa credere.

Resto sempre impressionata da come in ogni episodio di Mission Impossible sembra che quel rischio sia il più terribile corso finora. Pare che l’approccio ad ogni film sia: “Accidenti! Certo che quello che gli è capitato stavolta al funambolo Cruise mette a repentaglio le sorti mondiali come mai fatto prima. Una mission più impossible di questa non se la poteva proprio andare a cercare quel disgraziato”.

foto mission impossible: rogue nation

E invece no. Arriva sempre il capitolo successivo che ti fa fare la stessa identica domanda come se nei film precedenti l’agente Hunt giocasse a tressette. Che altro gli poteva mai capitare in Mission Impossible: Rogue Nation? Sono sicura che stenterete a crederlo come ho fatto io.

Tom Cruise, nei panni dell’agente (ben carrozzato ma anche un po’ agé) Ethan Hunt si trova a dover mandare a monte i piani di una potente organizzazione criminale internazionale, addestrata come lui e incaricata di distruggere l’IMF. Ma sorpresa delle sorprese. Indovinate un po’ come si chiama la famigerata “organizzazione criminale internazionale”? Sindacato. È il Sindacato che Ethan Hunt andrà a combattere in Rogue Nation. Buffa come scelta di nome, per non dire esilarante. Il Sindacato come minaccia della sicurezza americana. Non posso che esserne divertita da questo raffinato tocco stilistico (probabilmente non scelto di proposito).

foto mission impossible: rogue nation

Ad ogni modo, non mi aspetto delusioni da Mission Impossible: Rogue Nation. Posso promettere anche subito che sarà un film adrenalinico, ben confezionato, ricco di azione, effetti speciali da sballo, intrigo e con qualche culo bagnato taglia 42 che esce da una qualche stratosferica piscina a far vascillare il vecchio Hunt.

foto mission impossible

Passatemi l’aggettivo vecchio. Mi è sfuggito. Perché certo, nonostante io abbia un debole per Tom Cruise fin da quando sfoderò quegli addominali che brillavano di luce propria sul campo da beach in Top Gun, non si può negare la sua età andante nel corso dei vari Mission Impossible.

E c’è una domanda che mi continua a ronzare nella testa come un orologio biologico scavallati i trenta… Ma Tom Cruise verrà mai rimpiazzato nella saga dei Mission Impossible? Subirà anche lui la stessa sorte dei vari 007 o Scientology chiederà a nostro signore botox di tenergli il viso in piedi per i prossimi 50 anni? Poco importa. Per ora mi godo le ultime peripezie di Tom. Che stavolta pare passeggi anche su un aereo in volo. Quanto gli piacciono le Mission Impossible

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *